Comune di Capaccio Paestum

CITTA' DI

CAPACCIO PAESTUM

Header
Ottobre
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
« Set    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

SPINNING, NEI TEMPLI DI PAESTUM IL RENAIS DAY BY ERUPTION

Venerdì 9 e sabato 10 maggio Paestum ospiterà il Renais Day by Eruption, un appuntamento organizzato dalla Fispin (Federazione Italiana Spinning) e giunto alla quattordicesima edizione, che riunirà nella cittadina dei templi oltre 1000 appassionati di spinning provenienti da tutta Italia. Dopo location come piazza del Plebiscito a Napoli, la Reggia di Caserta e gli scavi di Ercolano, il Renais Day by Eruption sarà ospitato nel suggestivo scenario dell’area archeologica di Paestum. L’evento è organizzato in collaborazione con il Comune di Capaccio Paestum.
«Lo spinning ha ormai una sua storia che vogliamo coniugare con la storia più antica e importante dei templi di Paestum – spiega Beppe Meglio, organizzatore dell’evento – L’appuntamento si svolgerà in due giorni: i partecipanti pedaleranno simulando una passeggiata accompagnati da un sottofondo musicale».
La prima lezione “Candle Ride”, di Beppe Meglio, si terrà venerdì alle 20.30. Sabato sono previste una lezione alle 17.30, con Beppe Meglio e Carmelo Di Giacomo, Long Ride di 120 minuti, e una alle 19.30 con Daniele Iacoboni e Roberto Sara, Long Ride di 140 minuti.
«E’ un evento importante che porterà a Capaccio Paestum 1000 persone in un periodo di bassa stagione. – afferma l’assessore al Turismo e Spettacolo Vincenzo Di Lucia – Un appuntamento allo stesso tempo sportivo e culturale che comporterà un importante ritorno d’immagine per la nostra città considerato che in questi giorni soggiorneranno qui persone provenienti da tutta Italia che coglieranno anche l’occasione per visitare la zona archeologica».
«Le immagini degli atleti che pedalano all’ombra del tempio di Cerere faranno il giro dell’Italia. – osserva il sindaco Italo Voza – E’ anche attraverso questi eventi che passa la promozione del nostro territorio. Eventi che sono possibili grazie all’ottimo rapporto di collaborazione che si è instaurato tra la nostra amministrazione e la soprintendenza ai Beni Archeologici».